Viaggio nell’immaginario

Nel mio continuo vagare

nell’immaginario

il tempo è rimosso dalla mente,

non scandisce più

ore, minuti, secondi…

non v’è più il giorno

ne giunge poi la notte,

è un continuo presente di luce.

 

Mi intrica l’estasi dei sensi

gli occhi si smarriscono

in orbite e spirali e prisma

di mille colori riflessi,

le mani sfiorano petali di stelle

e bianche scie di via lattea,

s’ode il frastuono delle onde sugli scogli

e mai silenzio è stato così profondo…

mi giungono profumi,inebrianti e sconosciuti

da un’isola che non esiste ma è quì.

 

Ed il corpo emana fluidi

di richiamo verso il mondo,

da un pianeta nell’infinito

spalancando la bocca vorace

per divorare in un attimo la vita!

A.G. 2012

Check Also

Una coperta sulla neve

Una coperta sulla neve   C’è troppo silenzio tra noi questa notte, è assordante come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.