Biondo Bronzo

“ Biondo bronzo”

 

Un bicchiere color bronzo

Pieno dei tuoi capelli biondi

Un continuo tenere fra le mani

Sigarette.

Accese.

Spente.

Accese.

Spente.

Alla stessa velocità

Del ritmo

Del tuo cuore,

e del mio

che rattoppato

seguiva il tuo.

Mi hai accesa,

mi hai spenta.

Dentro un cubo giallo

Fresco come un vento

Di una primavera sognata

E mai vissuta.

Baciata.

Accarezzata.

Abbracciata.

Stretta.

Lanciata in aria

E poi ripresa,

rilanciata

e lasciata cadere a terra.

Sorrisi surreali,

sguardi antichi.

Un amore,

questo amore

stupido,

dentro

a quel bicchiere

di vetro

color bronzo

che le mie mani

tengono

e accarezzano

come fossi tu.

Come fosse il

Tuo corpo

Mescolato a nuvole

Soffici

E ad aquiloni

Volati via.

Un corpo sottile,

e gemiti musicali,

le dita che percorrono

un filo di vita,

in un instabile

equilibrio,

labbra

che assaporano

un gusto toscano,

forte e deciso

ma fragile e vigliacco.

Ti ho piegata

In quattro parti

E messa dentro

Al baule dei miei sogni.

Ho osservato

Il cielo,

ho nuotato dentro

ad ogni più piccola

particella di colore

trovandoti

seduta ad aspettarmi

per poi toccarmi

e farmi arrivare

dove solo con l’amore

puoi arrivare.

Mi hai siglata,

e lasciata dentro

al mio cubo giallo

a ricordarmi

che l’azzurro della

tua valigia

somigliava

all’aria

che desideravi.

Prendi

La tua girandola

Di colori

E sparisci.   © all right reserved 2011

Check Also

La pianta di pomodoro – racconto fantasy

    Oscar, il personaggio principale di questo racconto si trova, senza volerlo, coinvolto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.