Peccato all’alba

Arriverà,

 
l’alba senza macchia,
ed io mi spoglierò del mio peccato,
nuda, davanti all’amore,
assaporerò le tue morbide labbra,
berrò’ da te l’amaro veleno,
influsso dell’incesto,
m’intingerò coll’olio del tuo sudore,
placando quest’intensa sete d’amore.
 
Rinascerò, dal mio stesso ventre,
quando ti accoglierò nelle mie membra,
darò alla luce il “senso”,
profondo e limpido,
più  dell’amaro dissenso.
 

Check Also

Libero canto

 Sono così come tu mi vedi desiderabile ai tuoi bramosi occhi ancora amabile dopo tutti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.