Grappoli di ciliege

 

Grappoli di ciliegie

 

La solita brutta giornata,

esco di casa,

l’asfalto mi aggredisce;

accendo la macchina,               

aghi di ghiaccio

ricoprono una vecchia,

chiede l’elemosina;

il vento non la scalfisce,

sembra una quercia

pietrificata, il suo alito appanna

i vetri, sa di acqua marcia,

di cibo scadente.

Prova a stendere tappetti

d’erba verde, osserva

Il cielo farsi sempre più cupo;

è la tempesta che penetra

la sua pelle secca,

sembra voler rimuovere

la terra dal suo viso.

Grappoli di ciliegie

pendono dalle sue mani,

cumuli d’ossa sputati

sulla strada. 


 

Check Also

Una coperta sulla neve

Una coperta sulla neve   C’è troppo silenzio tra noi questa notte, è assordante come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.