A Thousand Splendid Suns – Mille splendidi soli.-

 

alt

Il libro giaceva inerte sul comodino da settimane anzi da mesi..eppure io non lo avevo notato, può darsi che a volte mi sia capitato di sfiorare la copertina di aver sbirciato distrattamente il titolo e forse..ma non ne sono sicuro di aver letto sul dorso il nome dell’autore, tuttavia ne la copertina ne il titolo ne il nome dell’autore avevano destato in me particolare interesse."ne avevo memoria di chi lo avesse messo li."

 

Poi per caso durante uno dei miei soliti pellegrinaggi nella rete a caccia di news spunti e video per i miei blog mi sono imbattuto inconsapevolmente in un reportage che parlava della situazione dell’Afghanistan.Come accade spesso a chi naviga,una volta trovato l’input, si finisce con il curiosare intorno all’argomento a 360 gradi…e digitando in digitando quella perlina iniziale è diventata una lunga fila di perle! Così al reportage si sono aggiunti filmati su Herat su Kabul sui Taleban e ancora articoli dedicati ai nuovi signori della guerra. Un lungo escursus nell’affare Afghano che alla fine mi ha portato a Wikipedia e a una specifica biografia quella dello scrittore Khaled Hosseini e al libro A Thousand Splendid Suns"Mille splendidi soli."ne ho letto la prefazione..pochi stralci e sono rimasto affascinato come poche volte mi è capitato dalla scorrevolezza la bellezza la forza di quelle parole dalla sapiente esaustiva scrittura di Khaled Hosseini."

Khaled Hosseini, il nome mi suonava d’un tratto familiare.. rimuginando, mi ricordai del libro che giaceva sul comodino del nome dell’autore di quel titolo stampigliato sul dorso..era quel A Thousand Splendid Suns del quale avevo letto la prefazione..e la copertina che raffigurava una donna con l’ hijab che attraversava l’altopiano Afghano a cui avevo degnato pochi fugaci sguardi, improvvisamente ridestò in me l’interesse del lettore un interesse morboso!

Ho passato gli anta e di libri ne ho letti davvero tanti, di tutti i generi e fogge alcuni interessanti altri meno.

Pur non disdegnando gli altri generi prediligo la narrativa..Tolkien, Wilbur Smith, Hemingway Ken Follet, Eco, la Morante per citarne alcuni. Detto questo devo dire che dopo aver letto questo struggente appassionante affresco sulla misera condizione della donna Afghana, questo magnifico dettagliato crudo esaustivo resoconto dell’Afghanistan prima durante e dopo i Taleban visto dagli occhi di due donne Mariam e Laila, la prima un Harami"figlia illegittima nata fuori dal matrimonio" e la seconda figlia di una famiglia medioborghese le cui vite e i destini ineluttabilmente inevitabilmente si intrecciano, figure apparentemente dissimili distanti, e allo stesso tempo due facce della stessa medaglia due eroine/vittime dei giorni nostri..questa straziante commovente e bellissima storia che porta il nome Mille splendidi soli..nella modesta top Ten dei miei scrittori preferiti è entrato di diritto un altro grande autore..grazie Khaled…e se volete farvi e fare un regalo gradito quest’ estate ricordatevi di questo libro.

Check Also

VALERIO MAGRELLI: NATIVITA’, Ed. L’Obliquo, (BS)

Valerio Magrelli, Natività, Ed. L’obliguo, Brescia   di Ninnj Di Stefano Busà     Quella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.