Bambino

 

Ti accarezzo nei miei pensieri,
immaginando il tuo profilo,
sognando la morbida pelle
delle tue guance rosate.

Vedi bambino, ignaro del tuo destino,
nell’inconsapevolezza ti aggiri
nei più profondi sentieri delle mie
inesplorate terre.

Ed io ti cullo in mezzo all’uragano,
fermo il tempo e ti accarezzo
perchè tu possa comprendere la calma,
e non conoscere mai tempesta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.