San Silvio e il Drago di Ivo Ragazzini

  
Ivo Ragazzini ha pubblicato nel aprile 2011 edito da Sacco Editore di Roma, un libro divertente e curioso intitolato “San Silvio e il Drago”.isbn: 9788863544152
Il libro scritto sulla falsariga dei racconti medioevali dei Santi, parla di un pescatore che aveva delle reti e dei canali nei quali stava beatamente pescando e amava tanto la libertà fino al punto che quando vide che era minacciata, si scalzò  e scese in campo per difenderla contro un Drago e altri personaggi che fecero di tutto per fermarlo.
Alla fine dopo parecchie avventure e battaglie piene di doppi sensi, e personaggi che che il lettore riconoscerà facilmente tra le righe, il bene trionfò sul male e San Silvio fu eletto nel futuro, Santo protettore della libertà.
“Ma perché costui fu fatto Santo nel futuro e non nel presente?” chiede l’introduzione.
“Perché i Draghi cercano sempre di impedire che i Santi vengano fatti nel presente, e i Santi si fanno sempre nel futuro, altrimenti che razza di Santi e Draghi sarebbero costoro?“, risponde l’introduzione.
Naturalmente il libro è umorismo e satira e prende di mira  la politica italiana degli ultimi anni.
A Ivo Ragazzini piace molto il genere storico.mce_markermce_marker 
Poco dopo l’uscita del libro l’autore è stato intervistato agli inizi di giugno da “Io Come Autore”, 
una rivista dedicata a scrittori e autori dove ha dichiarato quanto segue
“A  scuola ero una frana in storia.
Poi finita la scuola è scoppiato  un interesse  per essa e ho iniziato a scrivere un po’ alla volta su fogli e pezzetti carta, storie e  racconti di vario genere, che ora sono sparpagliati e ammucchiati per casa da  qualche parte e che prometto un giorno o l’altro di trascriverli su files, ma non lo faccio mai , perché appena mi siedo davanti alla tastiera mi vengono subito in mente nuove storie e trame da fermare su carta.
Che cos’è la parola?
E la conoscenza?
Parola e conoscenza sono forse sinonimi?
No non lo sono.
La conoscenza è una consapevolezza di qualcosa.
La parola è invece qualcosa di magico che gli uomini usano per comunicare tra loro fatti, idee, sensazioni, pensieri,stati d’animo e un infinità di altre cose.
Per comunicare bene, sembra che occorre avere entrambe.   
San Silvio e il Drago è il mio primo libro che è stato pubblicato, ma ho  già in progetto  alcuni romanzi storici  da sottoporre a pubblicazione.
Mi piace il  genere storico e mi riesce facile farlo.
Di base mi basta prendere un evento storico  poco chiaro,  osservare qualcosa a riguardo e intuire cosa veramente è successo o dove qualcuno ha voluto simbolizzare o non raccontare per vari motivi, tutta la verità.
Naturalmente anche il perché e per quali motivi qualcuno ha dovuto simbolizzare qualcosa, invece di raccontarlo così come era, è possibile intuirlo e capirlo dal contesto storico,  dall’ambiente culturale o da cosa si cercava di nascondere o di mostrare in quel momento.    
Anche  “San Silvio e il Drago” se lo guardate bene, pur essendo umorismo e satira è un libro che assomiglia in qualche modo ad una biografia medioevale delle gesta  di un Santo contro qualcuno, e se vi è mai capitato di leggere la storia di un Santo piena di draghi e cose mirabolanti, vedrete che spesso è simbolizzata e raccontata in modo simile per  non rivelare direttamente di cosa si stava parlando, usando metafore e doppi sensi per celare  il tutto.
Così su quella falsariga, in modo simile a parecchi testi medioevali di Santi e draghi, ho deciso di scrivere un racconto il cui scopo era quello di far divertire le persone a leggere e  scoprire da soli gli episodi camuffati dalla storia , ma in qualche modo veramente accaduti, tra il ventesimo e ventunesimo secolo.”
 

 


Check Also

Recensione al libro -Il suo Cuore Brucia- di Andrea Conteddu a cura di Cristina Rotoloni

  “Il suo cuore Brucia” è il titolo perfetto per indicare l’anima in fiamme dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.