I primi Dieci splendidi Haiku di Lillo (Basilio Olivieri)


alt

 

Stanotte un ramo di pino

respira nella foschia.
Notte autunnale.

Una schiuma mulinella lo scoglio

preme l’onda…
Il ciclo è chiuso !

 Da una polvere sudicia

un filo d’erba si leva.
Sogno una speranza !

 Per un fantasma arido

un uomo palpita.
È un sogno deluso.

Foglie gialle

su un ramo autunnale.
Ricordo una estate.

Un turbinare d’echi

che si animano e si dissolvono.
Brusio di foglie secche calpestate.

 Nel grumo di eventi quotidiani,

dispersi nel vento,
emerge il silenzio delle cose.

 Filtrato da una nuvola,                                                                                                                                                                            un raggio di sole si dissolve.                                                                                                                                                                        Mi assale la solitudine.

 Le mie dita si disperdono

a cianfrusare foglie secche.
Annaspo nei ricordi.

La melma ricopre
un pugno di foglie cadute.
Si metta in scena la verità



Check Also

Haiku (la spina)

fiorisce rosauna spina penetracade farfalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.