Tempo senza tempo

Una girandola di emozioni lentissime.

Un lungo corridoio.

Una porta blu.

Numero 213.

Un letto enorme.

Lenzuola blu

Come la notte.

lampade avorio.

Abbinamento

Arredamento

Chic.

Come te.

Sul letto

Dalle lenzuola blu.

Aspetti

Fumando.

Capello chiaro.

Figura esile.

Ben disegnata.

Qualche tatuaggio

Sapore di femmina.

Il fruscio

Di un vestito

Il mio

Che scivola via.

Tempo senza tempo.

Golosa di carne

E di piacere

Rosa

E di pelle

Olivastra.

Infili i tuoi

Occhi dentro

Come le tue mani,

come la tua bocca

come la tua lingua

voluttuosa

di sospiri,

di gemiti,

di parole

mai sentite,

di tocchi

squisiti

e di ritmi

lenti

e audaci.

Sotto

Mi implori

Di prenderti

Mi guardi dritta

Senza parole

Portarti

Dove

Vive solo

L’estasi

E

Nient’altro.

Le tue gambe

Sulle mie spalle.

Paesaggio unico

Aroma di caffè.

Ne bevo il contenuto

Dolce amaro

Coli miele

Che mi rimane

Sulla lingua.

Ho sete

Una coppa

di

Vino

E frutti

Appena colti

Ti ho colta

Ansimando

In ginocchio,

le mani appoggiate

al muro.

Schiena liscia

E inarcata

Aspetti ancora

L’entrata.

Apro la porta

Blu

Numero 213.

Tremi

Vibri

Implori

Ancora.

Ancora.

Ancora.

Voglio

Vederti

Ballare.

Voglio

Vederti

Godere.

Sentire

La tua

Ninfa

Nella

Mia acqua.

Ti trascino

Verso il mio

Incantesimo.

Io

Ora

Vestita

Per uccidere.

Ricercatrice di vite

E anime perse.

Una musica malinconica

Si fonde con le grida

Del tuo orgasmo.

Ti ho resa

Una danzatrice

Responsabile

Di un pezzo

Di rossetto

Che mi chiederai

Ogni giorno.

©agm – all rights reserved –

Check Also

La pianta di pomodoro – racconto fantasy

    Oscar, il personaggio principale di questo racconto si trova, senza volerlo, coinvolto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.