Speranze

Come scogli sommersi
dove l’acqua è onda che ripiega
in brulichii di schiuma
prigionieri restiamo del tempo
che tregua non ci concede
rifuggiamo
nell’onirico e nel vago grigiore
tremule fiamme 
che ardono stanche.
Lento è l’incedere del nostro
cammino…incerto, oscuro
a tratti brillante
manifesta immagine di anima in pena
ma, dove tutto trema
(vitale palpito del cuore)
timidamente spuntano
minute speranze.
2012

Check Also

Fierezza

Di Annalisa Civitelli: Sfumature non lette,non viste.sempre la stessa canzone,stonata,nenia, il non oltre,sterile, superficiale,acqua sulla pelle,non penetra,… …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.