Recensione – Corri – di Paolo Bonatti a cura di Cristina Rotoloni

alt

 

Corri!
di Paolo Bonatti
“Corri” è un libro da leggere con calma, prendendosi i propri tempi e il proprio spazio. Ci si deve lasciare trasportare dalle emozioni che emergono dalle righe. In alcuni passi commuove. Parla di un sentimento semplice e profondo, quanto difficile come l’amicizia. Un rapporto guidato dalla vita che sotto l’attento e vigile sguardo di una cara amica, la montagna, aiuta a seguire il proprio percorso. Un amicizia vera e profonda che nasce da gesti semplici e grandi ideali. Non sfugge, ma affronta argomenti intensi come l’amarezza del vivere e il confronto con se stessi. In questo libro l’anima si apre davanti alla maestosità e alla purezza della montagna e permette di vivere il confronto tra le generazione scoprendo di essere uguali per quanto diversi. La montagna è come la vita e insegna che non le importa cosa vuoi far vedere di te. Lei ti scava dentro, ti scopre, ti mostra per quello che realmente sei, quello che vali e soprattutto come ti dai al mondo. Tira fuori quello che hai nel cuore. Nella ricerca della vetta, ti svela il percorso per trovare la tua anima e ti mostra che qualunque cosa accada non bisogna arrendersi. Esistono cose importanti che vanno oltre ogni difficoltà e ogni nostra paura e che riescono a trovarci e portarci fuori dal baratro dove a volte la vita ci conduce. E’ lei stessa a darci un’altra possibilità quando pensiamo di non averne più alcuna, sta a noi saperla cogliere con la stessa capacità con cui si riparte su un sentiero dopo una caduta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.