Recensione – Con tre quarti di cuore – di Selene Pascasi – a cura di Emanuela Arlotta

 

La frase con la quale Selene Pascasi invita alla lettura della sua silloge poetica ‘Con tre quarti di cuore’ edita da Galassia Arte Editore inizia così ‘Scrivo poesie in antitesi ai tempi, fugaci e violenti’. E leggendo questa raccolta poetica si evince chiaramente questo suo sovrapporsi alla linea di pensiero moderna, spesso troppo superficiale e priva di spessore. Selene si descrive con trasparenza, attingendo alla fonte della sua verità più onesta, e descrive la sua scrittura così  : ’incastro lettere, frasi e parole / in testi onesti, fusi dal cuore / non è semantica, né ferrea logica / è dedizione e comunicazione’.

E questa autrice riesce a comunicare attraverso un canale preferenziale con il lettore che non può che abbandonarsi senza riserve a questa cascata di purezza che lei stessa descrive all’interno di una sua lirica : ’ La purezza, quella intensa / sgorga dallo sguardo / ormeggia sulla pelle’.  

Selene, come avvocatessa, è una donna che si scontra giornalmente con le problematiche sociali e come poetessa cerca di ridare un senso alle ingiustizie di cui è testimone. Non a caso questa raccolta è dedicata per un quarto alla sofferenza di chi è vittima di un dolore o di una violenza e per tre quarti all’amore, quasi come se quest’ultimo potesse risanare, in qualche modo, sempre e comunque le ferite.

L’autrice trasmette chiaramente la sua impronta di pensiero sulla società attuale quando nella lirica ‘l’uomo sociale’ definisce a parole chiare e limpide ciò che non ama di questo personaggio dell’era moderna ‘Modesta è la sua superbia / profonda la superficialità / trasparente è la sua falsità / crudele la sua ironia’ Quest’uomo rappresenta tutto ciò che di negativo la scrittrice tenta a più riprese di combattere attraverso la poesia.

L’autrice si schiera nettamente dalla parte della verità, della profondità di pensiero, dell’emotività che non ha paura nemmeno del dolore dal quale ‘non devi difenderti ti ci devi scontrare’.  La sua esperienza di vita la porta a credere più di ogni altra cosa nell’essenza primordiale dell’anima spesso chiusa nella crisalide della paura e nell’empatia che la spinge a comprendere non solo la sua ma anche la sofferenza altrui e a farla propria.

La sua è una ricerca continua, spasmodica dell’amore concepito nel senso più ampio del termine. E’ la ricerca dei suoi estremi, dei suoi limiti umani che affronta con coraggio e che reinterpreta attraverso la sua indipendenza di pensiero e attraverso la sua vivace emotività. Dice di lei : ‘Formulo tesi, teorie e concetti / prive di ancore, vecchi retaggi / non è incoscienza, né bizzarria / è testimonianza e individualità‘Vivo di dense emozioni, vivo di verità / non riesco a comprendere come si possa / nuotare in fiumi di banalità’.

Una scrittura intensa, complessa nella sua semplicità, uno spaccato sul suo IO più profondo. Una penna delicata e sensibile, capace di cogliere le sfumature della quotidianità e delle vicende umane. Una donna capace di essere e di mostrarsi con la maturità regalatale dall’esperienza.

Emanuela Arlotta

LINK PER L’ACQUISTO :  www.edizionigalassiaarte.it/catalogo-casa-editrice-galassia-arte.html

                                            www.lafeltrinelli.it/products/9788868310752/Con_tre_quarti_di_cuore/Pascasi_Selene.html

 

Check Also

Recensione poesia -Anima – Elena Condemi- di Cinzia Baldazzi

Recensione poesia “Anima” – Elena Condemi – di Cinzia Baldazzi, Giornalista e consulente RAI ——— …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.