Il Chicco di Riso

” Il Chicco di Riso “

 

Quel pomeriggio

Avevo in mente

Un chicco di riso

Bianco e profumato

Un pensiero fisso

Battente nel cervello

Volevo

Un chicco di riso

Colorato

Non bianco

Colorato

Di te.

Con l’odore dolciastro

Della tua pelle,

le tue labbra morbide

e turgide

appena sfioravano le mie

che avesse il tuo sguardo.

Quegli occhi

Dolci e taglienti

Che mi abbracciavano

Quando facevamo l’amore.

Volevo

Mangiarlo

Il tuo chicco di riso

Sempre.

Tutti i giorni.

Cibarmi di te

E con i tuoi capelli chiari

Asciugare le mie

Perle di sudore

Quando dopo un tempo

Indefinito

Bussava

La stanchezza

E tu

Con un sorriso

La cacciavi fuori

Dalla nostra stanza.

Un chiodo

Di riso

Fisso.

Un chicco

Di riso

Fisso.

Ritagliato

Sulla pelle

Un desiderio

Costante,

una fame

sensuale

sempre di riso

Il tuo riso

Che dividevi

Con me

Ogni volta

Che ti sentivo

Sotto ai denti,

che ti sentivo

sulla lingua.

Ti tenevo lì

Sino  a che

Il sapore

Si fondeva

Con il mio

Il chicco di riso

Era

Il mio appuntamento

Il più bello,

il più dolce,

il più biondo,

il più seducente,

colorato

chicco di riso

che avessi

mai

raccolto

dentro

alla mia

risaia

profumata

di vaniglia e caffè.

Check Also

La pianta di pomodoro – racconto fantasy

    Oscar, il personaggio principale di questo racconto si trova, senza volerlo, coinvolto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.