Parole

Ascolto in silenzio il fruscio sommesso delle parole
che sgorgano dal mio cuore,
come acqua di fiume,
come pioggia battente d’autunno che libera nell’aria il profumo della terra bagnata.

Parole che si rincorrono,
si intrecciano come rami,
che scivolano nella mia mente come su un manto di seta
e corrono veloci verso l’orizzonte per poi scomparire oltre la fine del cielo.

Racconti mai scritti, pensieri mai condivisi
che fuggono e si dissolvono veloci come lampi, che illuminano e spaventano,
stralci di vita, di sentimento che non lasceranno che una lieve malinconia
al loro veloce passaggio.

Check Also

Chi sono?

    Chi sono?   Sono il sole che ha abbandonato la primavera. Sono mille …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.