Parlare di cuore

pro il cassetto della memoria riprendo un vecchio saggio che scrissi tempo fa, sulle pulsioni del cuore. Lo rimetto in visione, sperando nei vostri consensi.

*PARLARE DI CUORE*

Intorno all’argomento cuore, hanno scritto, poeti, scrittori, saggisti, giornalisti,

descrivendo tutte le emozioni intorno al cuore.

Idealmente, il cuore, è la sede dei sentimenti e della vita spirituale dell’uomo.
Quanti significati danno luogo a interminabili discorsi parlando di cuore, quante sottili sfumature.

IL cuore come simbolo dell’Irrazionalità che si accompagna alla passione:
Il poeta del Decadentismo Gabriele D’Annunzio,in una lettera alla Duse,

scriveva: “Il cor sentì che il giorno era più breve,e un’ansia repentina il m’assalse.”

Alessandro Manzoni, annotava questa riflessione:”Il cuore,chi gli da retta ha sempre qualche cosa da dire,su che sarà? Ma che sa il cuore? Appena un poco di quello già è accaduto

Il grande poeta cileno Pablo Neruda scrive:Per il mio cuore basta il tuo petto, per la tua libertà bastano le mie ali. Dalla mia bocca arriverà fino in cielo ciò che stava sopito sulla tua anima.

Il poeta tedesco R.M.Rilke, esprimeva un suo concetto sul cuore:”

Quando non sai perchè, ti avvampa il cuore”

La poetessa Percy Bysshe Shelley ,nel suo diario scriveva questi versi:
non devi stupirti che,quando mi appari,di tutti il più debole è il mio cuore”

Lo scrittore Alberto Moravia,nei suoi racconti, trascriveva questi versi:

:”Il cuore pulsava con fracasso nel suo petto”

Il poeta Salvatore Quasimodo, nella poesia: Dolore di cose che ignoro, scriveva:”dolore di cose che ignoro mi nasce, non basta una morte se ecco più volte mi pesa con l’erba,sul cuore, una zolla.”

Il cuore come simbolo di sofferenza,dolore


La poetessa Laura D’Incà descrive così del cuore: “Sale il mio dolore,sale dalle reni e dal petto assorbito dal cuore,spugna di cuore, gola di cuore,urlo nero”

IL poeta crepuscolare Camillo Sbarbaro, sempre ad una ricerca interiore,scava nell’intimo e scrive:”Mi occupa allora un puerile, un vago senso di sofferenza e d’ansietà come per mano che mi opprime il cuore”

La poetessa cinese Kazuo,scrive del cuore:”A che serve vivere ancora? Pioggia sulle spalle ferite, pioggia dentro il cuore lacerato”


Il poeta Miguel Leon Portilla, alla sua amata scriveva:

“in delirio,in delirio piange e soffre il tuo amato cuore con il martirio della separazione infinita, il cuore si spezza.”

IL cuore come simbolo di tristezza e nostalgia

Il poeta triestino ,Umberto Saba, affida al suo Canzoniere questi versi:
“Cuore serrato come in una morsa,mio triste cuore, rallegrati di questa ultima corsa contro il dolore.”

Il poeta Etienne Guerrieri sulle note nostalgiche di una poesia scrive:
“Ed ancora vagherà sopra ali del cuore senza un nome, senza tempo..”

Anch’io ho scritto una poesia trascrivo un piccolo versetto:”Nostalgia, ti prego, ritorna nel cassetto della memoria,ancora sanguina il cuore”

Questi,dunque sono i sentimenti ispirati dal cuore . .sempre lui:
cuore tenero,cuore ardente, cuore generoso, cuore palpitante.

Tutte queste citazioni “estrapolate”, sono una piccolissima parte dei poeti citati.

Quante poesie d’amore, sono state trasmesse di generazioni in generazioni,

tutti abbiamo vissuto momenti sublimi in questa nostra esistenza, quando,

abbiamo amato,questo cuore ci trasmetteva battiti diversi, accelerati,

comunicandoci il linguaggio del cuore,che ha tantissime sfaccettature,

e non basterebbe un giorno, un mese, un anno ,una vita intera, per parlare del cuore.

Questo cuore che si rigenera, quando sei avvinta dalla passione,

che ci fa palpitare, avvampare, delirare, in una notte senza fine.

Ma se l’amore ci porta sofferenze,dolori, pene, il cuore piange,sanguina, si spezza, muore.

N.B. Questa ricerca è stata fatta con il cuore!

Grazie Dora Forino


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.