Note Inaudite- Poesie musicali

Ciao,

al giorno d’oggi si sente spesso affermare che la poesia è in crisi, che sul mercato “tirano” di più i saggi, i romanzi, i racconti: è vero, sono dati oggettivi, ma, allora, chi ama questa espressione letteraria dovrebbe a priori rinunciare a “creare”? A mio avviso la risposta è no, perché ritengo che sia invece importante cercare nuovi linguaggi, sperimentare stili più immediati, come del resto fanno alcuni musicisti nel loro ambito artistico. Io ci ho provato, con le mie “Note inaudite”, appena pubblicate su Feltrinelli e su Ilmiolibro.it (Gruppo Editoriale L’Espresso).

Per me la poesia è musica e la musica è poesia: entrambe sono destinate a non morire mai. Il ritmo e la musica rappresentano il filo conduttore di questa raccolta di poesie, che in molti casi potrebbero facilmente, appunto, essere musicate sposandosi con l’arte della canzone. Erotismo, dolcezza e abbandono, ma anche rabbia, frustrazioni collettive, ribellione alla stupidità ed all’arroganza dilaganti, e poi amore, passione e infine ironia sono i contenuti, i colori, le note, appunto,inaudite (nella doppia accezione letterale), che ogni lettore potrà ascoltare con l’udito del proprio animo. Poesie da leggere, per riflettere, da recitare, per sorridere, da rappare, per divertirsi, da swingare, per ballare, da musicare, per cantare, oppure semplicemente per giocare con la mente.

 Il libro (con mia grande gioia ), è arricchito dalle illustrazioni di mio figlio, Giulio.

 Grazie per l’attenzione, un caro saluto musicale ..

Stefano Padoan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.