Meteora

Tu, simile ad Artemide cacciatrice,
attorniata dalle ninfee ancelle,
mentre esce, divina, luccicante,
dai lavacri della fonte e strizza lieve
l’aurea chioma,
e posa solenne ai rai del sole
e alle carezze dei pepli.
Tu, Artemide, mia dea irraggiungibile.
Se poi devo riconoscere in te
una comune mortale, degna sei comunque
della mano e dello scalpello di Prassitele,
che nel tuo modello ritrarrebbe una statuaria atleta,            
di beltà pari a quella di una dea,
o di una danzatrice dalle morbide movenze                           
e dal profilo acheo.

 

 

Check Also

Primo amore

Dicevi sempreai corteggiatori insistenti “Con Felice son felice”.Eppure bastò il timoredei tuoi genitoriper la tua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.