L’orecchio del Vate – Eco di un delitto, di Rossana Cilli

Cilli

 

La Seconda Guerra Mondiale e il terremoto dell’Abruzzo del 2009 sono i binari su cui scorre l’intreccio affascinante di questo romanzo magistralmente scritto.

Mike, studioso d’arte e ricercatore italo-americano, parte alla volta della sua terra d’origine per dare il proprio contributo ai terremotati, riscoprendo inaspettatamente, fra le macerie del paese dei suoi avi, le tracce di un delitto che sembrerebbe essersi consumato al tempo del secondo conflitto… i ricordi nebbiosi (ma anche le menzogne!) degli anziani, l’aiuto della libraia Lavinia e la scoperta, via via durante il corso della vicenda, di ulteriori particolari, tra cui alcune mattonelle che riconducono alla figura di D’Annunzio, sono gli elementi che porteranno Mike alla scoperta di una verità mai confessata, velata sino ad allora dall’omertà degli abitanti del posto.

Un romanzo che si fa inoltre guida, inusuale ma di estremo interesse, dell’Abruzzo, delle bellezze di questa regione-isola, sullo sfondo di un turpe avvenimento che vide protagonista, o quantomeno ambigua complice, Iole, giovanetta degli anni Quaranta, insieme con Stauber, ufficiale tedesco bello e maledetto in missione per il Fuhrer.

Marco Mazzanti

Check Also

Recensione poesia -Anima – Elena Condemi- di Cinzia Baldazzi

Recensione poesia “Anima” – Elena Condemi – di Cinzia Baldazzi, Giornalista e consulente RAI ——— …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.