L’inappetenza mi giova.

L’inappetenza mi giova
mi rende splendida ninfa
dall’animo magro
e dalle ossa in evidenza

E mi accarezzo nello specchio
in quell’immagine fina ,
che non ruba troppo spazio
a chi del mondo sa godere

E nessun cibo può sporcarmi
nè riempire questo vuoto
di questo inerme corpo nudo
che solo la morte saprà apprezzare.

Check Also

Fermo sto

Fermo sto   I lenti giorni sembrano non finire ma dentro me la vita accelera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.