L’aquila senza ali.

 

L’aquila durante la sua giovinezza impara a volare, ad assaporare il fresco profumo dell’aria,
a riconoscere odori e sapori, assaggia e decanta la sua raggiunta LIBERTÀ.
Poi un giorno, un lunedì, in cui le dicono che è diventata grande e che deve badare da sola
alla sua esistenza, ecco che arriva, senza preavviso, la grossa cesoia che le toglie il sorriso.
E le ali cadono giù e con loro anche l’animale costretto ad annusar la terra e ad esser preda
anziché predatore. E così pian piano, si adatta alla nuova vita, e la settimana volge al termine.
Arrivano il sabato e la domenica e la cesoia va in vacanza e l’aquila ritrova un pò del suo spirito.
Anche delle piccole alette, le spuntano sul dorso. Solo dei piccoli voli, riesce a fare, ma è pur sempre
un pò felice. Raggiunge un ramo basso di un albero e volge il suo becco verso la brezza leggera
e annusa di nuovo il profumo dell’aria fresca.
Poi vien lunedì con la sua spietata cesoia che trancia di netto le piccole alette e di nuovo sulla terra,
l’animale si ritrova, incatenata a una realtà che non le appartiene per natura.
Ma ecco che le vacanze finalmente si avvicinano e l’aquila ha tutto il tempo di far crescere le sue ali belle
e vigorose come erano un tempo. Di nuovo è predatore dall’alto del suo cielo, volteggia imponente, temibile
avversaria, respira, annusa, fa progetti per il domani, ritemprata dal suo ANIMO finalmente ritrovato.
Il suo essere è di nuovo completo, nella libera espressione del suo SPIRITO e del suo CORPO.
Ma la fine,purtroppo, è vicina e inesorabile. La cesoia non sbaglia un colpo e di nuovo taglia di netto le ali,
che grandi e perfette cadon giù. Insieme a loro, anche l’aquila, con un tonfo conficca il suo becco nel terreno
e stordita e dilaniata nel profondo si trascina tra la polvere, di nuovo preda, di nuovo monca, nella vita a
lei riservata, e mai accettata. Ma la cesoia, per quanto spietata, non sa che chi nasce aquila conosce la LIBERTA’,
conosce la VITA, ed il suo VALORE, e che se le sue ali posson esser tagliate, il suo spirito rimane inalterato,
il suo volo mentale nessuno lo può tranciare!!!

Check Also

Differenti solitudini.

Quel giorno non c’era anima viva sulle panchine dei soliti giardinetti, nonostante il pomeriggio fosse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.