La ribelle delle Highlands di Suzanne Enoch – Mondadori a cura di Cristina Rotoloni

 

Buongiorno, divoratori di libri.

Questa volta sono rimasta veramente stupita; so che la Mondadori è una garanzia, ma non mi aspettavo che la storia mi conquistasse in questo modo. Non riuscivo a staccarmi dalle pagine e quando l’ho fatto è stato difficile mettere via il romanzo.

Conosciamo la trama, così posso spiegarvi cosa mi ha rapita in questo libro.

Data di pubblicazione: 4 settembre 2021

Editore: Mondadori

Lunghezza stampa: 188 pagine

Prezzo e-book: 2,99 €

 

TRAMA

In fuga insieme alla sorellastra da un matrimonio combinato, Catriona MacColl si rifugia nelle Highlands. È stata cresciuta ed educata come un uomo: suo padre voleva un figlio maschio e le ha insegnato a cacciare e a sopravvivere. Nel rudere di un’abbazia abbandonata, incontrano Munro MacLawry, possente guerriero appartenente a un clan rivale. Colpito dalla selvaggia bellezza di Catriona, l’uomo decide di proteggerle mantenendo il riserbo sulla loro presenza. Ben presto l’attrazione tra Munro e Catriona diventa forte, ma entrambi sanno che il loro legame porterebbe a una guerra. Mettere un freno alla passione, tuttavia, sembra davvero impossibile.

RECENSIONE

In “una tipica giornata delle selvagge Highlands”, Lord Munro MacLawry è a caccia e indossa il suo kilt, mostrando sin dalle prime righe di che tempra è fatto: un uomo contrario alle regole e avvezzo alle sfide, che ama le situazioni difficili e non si preoccupa dell’odore della sua pelle o di comparire in ordine. Per lui è importante tenere testa a ogni evento che gli si presenta davanti e provare il brivido del rischio, ma soprattutto è un lord di 27 anni libero da legami sentimentale e “marmocchi” propri che girino per casa. Adora essere uno zio, ma non un padre legato a una singola donna. I fratelli lo chiamano Orso e il soprannome non gli è stato affibbiato solo perché è alto quasi due metri e ha le spalle larghe. Lui stesso si dichiara un uomo non addomesticato.

L’atteggiamento rude intriga sin dall’inizio, ma, come in ogni storia che si rispetti, le cose stanno per cambiare e le convinzioni per essere stravolte. Difatti, tutto muta quando il cervo che sta cacciando viene abilmente ucciso da una fanciulla con i capelli rossi, che successivamente lo coglie di sorpresa puntando il fucile contro il suo petto.

Catriona MacColl ha a cuore la vita della sua sorellastra Elizabeth, una dama cresciuta nell’alta società inglese che, nonostante il suo impegno ad adattarsi, vive male la condizione in cui si trovano: sono state costrette a rifugiarsi in una costruzione semi crollata per fuggire a un matrimonio combinato. Catriona è una ragazza concreta, capace di cavarsela nelle difficoltà. Lontana dalle regole imposte alle donne dei suoi tempi. Molto alla mano e, secondo me, molto vera. Lei, a diversità di sua sorella, non ha bisogno di circondarsi di cose futili, ancor meno durante una fuga.

La verità, però, si nasconde dietro le apparenze. Orso (Munro) è un gigante dal cuore buono e gatta selvatica (Catriona) una giovane dall’animo sensibile. Non sarà semplice per chi li circonda capirlo. Loro di certo non gli renderanno la vita facile. In realtà non lo faranno neanche nel loro rapporto non ben definito, basato su fierezza e testardaggine.

Tutti i personaggi hanno un carisma invitante, ci si affeziona anche alle prese di posizione dei fratelli dei protagonisti e al bofonchiare di Peter, il cameriere tutto fare ed ex soldato. L’unico, forse, che non ho ben identificato è il visconte Torriden, anche se è un personaggio importante per ingarbugliare la matassa delle vicende in cui si infilano riga dopo riga i nostri due impavidi combattenti. Sì, perché la cocciuta Catriona e l’indomabile Munro, arrivano al cuore del lettore con le loro scaramucce, il fronteggiare le difficoltà, e il mettersi in secondo piano per proteggere le persone a cui vogliono bene, ma lo fanno in maniera goffa, con un temperamento focose, con il bisogno di non essere giudicati. Perché la fragilità è tutta in questo, l’opinione altrui che lascia il segno in anime già tormentate.

Ho apprezzato molto il testo fluido e scorrevole. Le ambientazioni e le descrizioni che mi hanno fatta sognare. Tuttavia ho trovato le ultime pagine prevedibili e concluse troppo rapidamente. Per quanto riguarda il “prevedibile” è legato ad Elizabeth, ma essendo una storia d’amore, siamo ben felici di leggere queste cose, anche se ce le aspettavamo; per quanto riguarda il “rapidamente”, è come se la storia si fosse conclusa prima di quanto volessi, avrei voluto qualche dettaglio in più, ma questo potrebbe nascere dal fatto che proprio non desideravo lasciare questi personaggi.

Onestamente sono stupita di non essere riuscita a smettere di leggerlo. Non è il primo romanzo storico che scorro, né tantomeno l’ultimo, ma è stato come ritrovarsi lì e vivere sulla pelle la durezza dei clan, la bellezza delle Highlands il freddo delle giornate quasi invernali della Scozia; eppure non ero al gelo, bensì avvolta da una calda coperta e seduta davanti a un fuoco scoppiettante. Chissà, forse sono io il fantasma dell’abbazia di Haldane, perché ho aleggiato in ogni sibilo, in ogni tocco, in ogni attimo di questa bellissima storia, con dei personaggi romanzati e perfetti per un libro del genere, ma tremendamente veri e intensamente pieni di anima.

Vi auguro una buona lettura, amici, e vi invito a scoprirlo in tutte le librerie e le edicole o nei link che vi riporto di seguito.

Sul serio, non perdetevelo, io corro a comprarlo.

Mondadori: https://www.mondadoristore.it/ribelle-Highlands-I-Romanzi-Suzanne-Enoch/eai978883571256/

Amazon: https://www.amazon.it/ribelle-delle-Highlands-Romanzi-Classic-ebook/dp/B09DTPCBR5

 

NOTE

LA RIBELLE DELLE HIGHLANDS (Some Like it Scot) è il quarto ed ultimo romanzo della serie di ambientazione scozzese ‘Scandalous Highlanders’.

I precedenti romanzi della serie, UN DIAVOLO IN KILT (The Devil Wears Kilts), QUELL’ADORABILE ACCENTO SCOZZESE (Rogue with a Brogue) e PAZZA DI UN HIGHLANDER (Mad, Bad, and Dangerous in Plaid), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Classic – nr. 1194, 1203 e 1215 rispettivamente.

Tra le opere di Suzanne Enoch già pubblicate da Mondadori, ricordiamo PECCATI E SENTIMENTI (Sin and Sensibility), INVITO AL PECCATO (An Invitation to Sin), QUALCOSA DI PROIBITO (Something Sinful), INGANNI E PECCATI (Sins of a Duke), DOPO UN BACIO… (After the Kiss), CHE SCANDALO! (Before the Scandal), ERA UN MASCALZONE (Always a Scoundrel), DOMARE UN AVVENTURIERO (The Care and the Taming of a Rogue), QUANDO IL CUORE COMANDA (A Lady’s Guide to Improper Behavior) e LE REGOLE DELLA PASSIONE (Rules of an Engagement), nella collana I Romanzi Classic; UN SENTIMENTO PERICOLOSO (Flirting with Danger) e AMORE SPERICOLATO (Don’t Look Down) nella collana I Romanzi Emozione.

 

Ambientazione:

Inghilterra, 1818 circa (periodo regency).

 

 

 

Check Also

Maledetto boss texano di Pamela Boiocchi, Michela Piazza

TITOLO:  MALEDETTO BOSS TEXANO AUTRICI: Pamela Boiocchi, Michela Piazza GENERE: chick-lit hot DISPONIBILE SU AMAZON …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.