Intervista a Roberta Damiano

Ciao. È un piacere averti con noi. Ti va di presentarti ai nostri lettori?

Ciao, per me è un piacere essere qui con voi e grazie per l’opportunità.Sono Roberta, ho 30 anni, vivo in una piccola isola della Sicilia: Pantelleria. Amo leggere, scrivere, il cioccolato, i dolci in sé, ma anche la pizza e la lasagna. Mi piacciono i film, telefilm e i cartoni animati. E l’ho detto che amo scrivere? Leggo da quando sono piccola, invece mi sono innamorata della scrittura solo da pochi anni, ma non posso più farne a meno! Inoltre quando scrivo mi piace sperimentare sempre generi diversi.

Ami leggere? E qual è il genere che preferisci sfogliare?

Ho iniziato a leggere quando ho imparato a farlo, all’inizio leggevo moltissimo i fumetti di Topolino, poi crescendo sono passata ai racconti per ragazzi e infine ai romanzi. Mi piace leggere e trovo sempre l’occasione per rilassarmi con un libro in mano e mi piacciono diversi generi, soprattutto il rosa.

Desideravi scrivere libri sin da piccola/o?

Da piccola mi piaceva disegnare e inventare storie, al tal punto che mi dicevo che sarei entrata a lavorare per la Disney🤣, crescendo mi sono accorta che nel disegno non ero brava e la voglia di raccontare era sempre tanta. Dopo aver terminato gli studi, verso i 18/19 anni mi sono data coraggio e ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo e da quel momento ho capito quanto io ami mettere su bianco e nero i miei pensieri. Ho sempre amato leggere e ogni volta nella mia testa cercavo dei finali alternativi, e anche da questo è nata la mia forte passione per la scrittura e di mettermi alla prova.

Quando hai iniziato a pubblicare i tuoi romanzi e qual è stato l’incentivo per iniziare?

Ho pubblicato la mia prima opera nel 2014, è stata un’esperienza magnifica anche perché ho avuto l’occasione di presentare il mio romanzo all’interno del castello medioevale di Pantelleria. Il mio primo romanzo “La Leggenda del lago di Kraos” è un fantasy, un genere che mi piace molto, ispirato a una vecchia leggenda del nostro lago. L’incentivo è stata la mia voglia di raccontare, mettere su carta i miei pensieri, le mie idee e la mia fantasia.

Se dovessi definire la tua penna come ti considereresti? Descrivici pregi e difetti del tuo stile.

Ho una scrittura semplice e fluida che può sembrare elementare, ma sa raggiungere i lettori. Per quanto riguarda pregi e difetti non saprei, sicuramente ci sono ancora difetti ma bisognerebbe chiedere ai lettori quali sono le caratteristiche che apprezzano di più o di meno della mia scrittura.

Da cosa prendi spunto per realizzare le storie dei tuoi romanzi?

Per i miei romanzi prendo spunto da ciò che mi circonda, dalle persone che incontro, da ciò che immagino e penso, da una fotografia, una parola detta, una canzone. Ogni cosa può essere fonte di ispirazione.

C’è un tuo personaggio che ti rappresenta?

Sono due i personaggi che un po’ mi rappresentano: Kalissa (La leggenda del lago di Kraos) e Sophie (Un Amore di Pasticcino). Loro due sono quelle che un po’  mi assomigliano a livello di pensieri e un po’ per la personalità.

Se dovessi dare un consiglio a qualcuno che sta intraprendendo questa strada, cosa gli diresti?

Per chi vuole intraprendere questa strada consiglierei di prendere in mano il coraggio e provarci, e non arrendersi alla prima difficoltà. Imparare dagli sbagli e provare a migliorarsi.

Al momento stai lavorando a qualche romanzo, di cosa tratta?

In questo momento sto scrivendo diversi romanzi, che spero di riuscire a concludere, altri li ho terminati da un po’ e aspettano di essere pubblicati e ne ho altrettanti che invadono la mia mente perché non vedono l’ora di finire in bianco e nero su carta.

Ringraziandoti per aver risposto, ti pongo un’ultima domanda. Quali sono i tuoi progetti futuri e come ti vedi da qui a 10 anni?

Non so mai cosa aspettarmi dal futuro e quindi non faccio dei programmi, spero solo che fra 10 anni possa dire di aver realizzato, anche solo in piccola parte, i miei sogni e di essere contenta dei miei risultati. Il resto sarà tutto da scoprire.

Vi ringrazio davvero tanto per queste bellissime domande, è stato davvero un piacere rispondere.

 

Check Also

Gli amuleti a cura di Patrizia Palese

La Magia, questa grande e misteriosa parola, evoca figure sinistre e demoniache…ma sarà vero? In …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.