Il sesto senso esiste.

 

Marco Tamietto, neuroscienziato italiano, ricercatore nostrano sottopagato (il suo stipendio ammonta a 1200 euro), ha dimostrato, insieme ad un gruppo di ricercatori olandesi, svizzeri, americani e britannici, che esiste il famoso sesto senso. La dimostrazione arriva grazie allo studio effettuato su un uomo divenuto cieco in seguito a due ictus, il quale, incredibilmente, riesce a camminare ed evitare ostacoli alla stessa stregua di un vedente, senza tentennamenti. L’uomo utilizza strutture antiche del cervello, in grado di farci vedere anche senza l’utilizzo della vista. Qualcosa che va oltre i classici cinque sensi da noi utilizzati giornalmente. Forse una parte del cervello silente, ma pronta a venirci in aiuto al momento opportuno. Marco Tamietto lavora presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, ed ha pubblicato il suo studio sulla rivista americana “Current Biology”. Vive a Mezzenile con la moglie, in un piccolo paese sulle montagne della Val di Lanzo. Ha sempre inseguito il suo sogno di essere ricercatore, e di esserlo in Italia, nonostante il suo stipendio non sia adeguato al lavoro che svolge. Si è laureato in psicologia a Torino, dottorato con Giuliano Geminiani. Ha l’hobby per l’alpinismo e la montagna e per Bruce Springsteen, hobby a cui si dedica nelle poche ore in cui non è calato nei suoi studi sul cervello, e sulle emozioni che guidano la nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.