Girasoli contro le radiazioni.

 Dopo il disastro nucleare della centrale di Fukushima, in Giappone, ora si deve affrontare un problema importantissimo e di non facile soluzione: la decontaminazione del territorio inquinato dalle radiazioni fuoriuscite dai reattori guastati dal terremoto e dallo tsunami. Ed ecco che alcuni scienziati nipponici con a capo Masamichi Yamashita, propongono una soluzione già sperimentata a Cernobyl in passato : utilizzare i girasoli. Sembra che questi fiori siano in grado di assorbire il cesio 134 e 137, sostanza radioattiva pericolosissima.

L’idea è quella di piantare campi sterminati di girasoli non solo nei dintorni della centrale disastrata ma anche nei giardini delle scuole situate nel raggio di 30 km dalla zona contaminata.

Sono stati raccolti 300 kg di semi da piantare in autunno, peccato che rimanga ancora il problema di come smaltire i fiori radioattivi!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.