Federico Moccia – L’uomo che non voleva amare.

Tancredi è un uomo che soddisfa ogni suo desiderio, compra qualsiasi
piacere senza il minimo scrupolo. Le donne non resistono al suo fascino,
ma lui non crede più nella felicità, e non crede più nell’amore; il proprio
e quello degli altri. Per dimostrarlo seduce belle madri e fidanzate fedeli,
frantumando i loro bei quadretti di famiglia. Poi, un giorno, mentre
fa jogging sull´Aventino, Tancredi viene sorpreso da un temporale e
si ripara in una chiesa. C’è un coro di voci, la musica di un organo e
la suggestione delle candele accese. Dalla penombra di una navata
compare una donna, Sofia. Assorta, ascolta la musica muovendo le dita
come suonasse. Lui non riesce a smettere di guardarla. Quando lei si gira
e i loro sguardi si incontrano, rimangono sospesi per un attimo. Poi lei gli
sorride e va incontro ai ragazzi del coro. Tancredi si sente scosso. Per la
prima volta dopo tanto tempo prova un’emozione forte. Deve conoscerla,
ma lei gli sfugge e lui dovrà fare di tutto per averla. Ma chi è Sofia? Cosa
le è successo? Perché lei, che era nata per suonare e sapeva farlo meglio
di chiunque altro, si è privata del pianoforte, rinunciando così a vivere?
L´uomo che non voleva amare è un romanzo sulla passione per la musica,
sull´amore, sulla colpa, sulla ricerca di sé. È la svolta nella carriera di
un autore nato per raccontare storie, che nel passato ha conquistato un
pubblico giovane o adolescente, ma che qui si rivolge a tutti noi.
moccia
(nella foto L’autore Federico Moccia e Emanuela Arlotta Direttrice Volodeisensi)

“Tancredi è l’uomo dei sogni: possiede un’isola alle Fiji, splendide ville, jet privati ed è di una bellezza magnetica. 
Tutte le donne prima o poi cedono al suo fascino. Ma lui non sa dimenticare una ferita del passato che l’ha cambiato per sempre. Ora Tancredi odia la felicità e non vuole più amare. Sofia è una pianista bellissima e dotata di un talento innato, ma un voto d’amore l’ha costretta a troncare la sua brillante carriera tenendola lontana dal pianoforte. La sua vita ora è accanto ad Andrea, rimasto paralizzato in seguito a un grave incidente, ed è segnata da un dolore profondo che lei tenta di annegare nella rassicurante routine quotidiana. Un giorno come tanti le loro anime si incontrano: Tancredi entra in una chiesa e sente un coro di bambini che cantano. Rimane lì, in silenzio, come rapito, emozionato da quella musica, quando improvvisamente la vede. Sofia ha gli occhi chiusi, la bocca si  muove lentamente e segue sognante le note. Muove le dita a tempo, conosce a menadito ogni passaggio di quella musica. Tancredi è stregato  da quell’immagine e quando lei apre gli occhi e lo guarda è come se per la prima volta capisse cos’è l’amore. Da quel momento la sua vita  non sarà più la stessa, perché una passione bruciante lo costringerà a tentare ogni mezzo pur di conquistare Sofia… Chi è veramente questa  donna? E soprattutto, cosa nasconde? Sofia è combattuta e per la prima volta comincia a mettere in discussione il suo amore per Andrea, ma  sceglie di resistere. Non conosce però Tancredi: lui non si ferma davanti a nulla. Riuscirà a farla suonare di nuovo, solo per lui, di fronte  alle onde dell’oceano? Un uomo tormentato. Una donna alla ricerca della felicità. E una travolgente storia di amore e passione.”

Check Also

Recensione al libro -Il suo Cuore Brucia- di Andrea Conteddu a cura di Cristina Rotoloni

  “Il suo cuore Brucia” è il titolo perfetto per indicare l’anima in fiamme dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.