Delle lacrime

Delle lacrime
che in questi giorni
vedo,
cerco l’odore della luce,
il vapore di una terra
che calmi le febbri del tempo.
Alcuni di noi
hanno perso l’anima
in pavimenti di detriti,
sono inciampati nelle estremità
della corrente.
Passa la natura
a svuotare le pareti
e gli inchiostri.
Sul fiume
la vita che resta
è affollata di dolore.

Check Also

Alberi di Luigi Finucci

Come soldati sull’attenti nei grandi boschi, come nomadi solitari nei deserti, alti e forti quasi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.