Ben Wilson e l’arte sul chewingum

 

Prendiamo un artista londinese e prendiamo dei vecchi chewingum, cosa ne può uscire fuori? La risposta è semplice quanto inaspettata : un’opera d’arte. Questo è ciò che riesce a fare Ben Wilson, utilizzando materiali di scarto per su cui far convergere la sua vena artistica. E’ un’attività che svolge in sordina da 10 anni ma che soltanto negli ultimi tempi è uscita alla ribalta donandogli il successo meritato soprattutto grazie alla sua originalità. Sono 10 mila le opere create dall’artista nel Regno Unito e nel Sud Corea ,depositate sui marciapiedi su cui ha trovato delle cicche masticate da utilizzare come materiale sul quale dipingere. La tecnica è questa : utilizza una piccola fiamma ossidrica per scaldare il chewingum e poi utilizza delle speciali vernici acriliche per colorare. I mini dipinti rappresentano soprattutto paesaggi ma Ben dice di non disdegnare anche simboli e icone che comunque rappresentano una modalità importante di comunicazione. Il successo e la popolarità sono arrivate dopo un’intervista della BBC e dopo quasi 10 anni di attività svolta nel silenzio. La sua idea originale apre nuove porte alla possibilità di riciclare materiali a cui nessuno darebbe importanza e che invece potrebbero essere utilizzati e tramutati in qualcosa di bello!!


Check Also

“Con tre quarti di cuore” – silloge poetica (Autore SELENE PASCASI; Edizioni Galassia Arte)

    AVVOCATO, GIORNALISTA PUBBLICISTA, SCRITTRICE, POETESSA, da sempre attenta alle tematiche sociali e familiari, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.