Alberi di Luigi Finucci

Come soldati sull’attenti nei grandi boschi,

come nomadi solitari nei deserti,

alti e forti quasi fossero indistruttibili

e bassi e tozzi sempre in cerca di aiuto

generano vita restando immobili

perdono la vita rimanendo tali,

giustizia non ve n’è per loro…

il silenzio li aiuta nel pensare e nel capire la natura.

Ah!se potessero muoversi e parlare come nelle fiabe

quante cose d’ascoltare e imparare dalla loro

saggezza immutabile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.