A tinte forti

Benvenuti a lor Signori

nel laboratorio dei colori…

…e degli orrori

meglio conosciuto come

Laboratori Dei Corrori.

 

Le stanze, disposte a cerchio

sono tutte aperte

per essere ammirate

ognuna nella propria

tonalità sgargiante:

 

Il verde,

come l’ulivo fatto cadere

a pro della mitraglia.

 

Il rosso,

come il sangue versato

sui campi di battaglia.

 

Il giallo,

come la cancrena

degli uomini guaribili

lasciati morire.

 

Il grigio,

come il cervello spalmato

sulle pareti

che raccontano di bombe.

 

Il nero

che riempie le linee

dritte e perverse

della svastica.

 

Il marrone,

come il sangue rappreso

intorno al collo della vergine

e sotto le unghie del suo assassino

pedofilo e respinto…

 

…e per finire l’ocra,

come il sangue marcio

mischiato con l’acqua delle lacrime

che sgorgano dagli occhi di Amore,

ferito a morte

dall’uomo e il suo livore.

Check Also

A te vicino

Camminerai con me vicino non ti lascerò mai un monento anche quando sarò stanco sarò …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.