A te

A  te.

 

Il freddo nelle ossa

non è dovuto al tempo

ma al pensiero che ho

per chi la vita

senza propria volontà

sente che se ne sta andando.

A te ti sussurro,

non arrenderti

continua a lottare

una speranza sempre c’è

lascia che in te

viva ancora.

A te invece grido,

perché ti accanisci

con chi nella vita

amore ha donato

senza chiederne

mai altro in cambio.

Perché la tua volontà

non indirizzi altrove

lasciando a lei

l’energia della vita.

A te invece urlo,

non guardarla con pietà,

di quella proprio

bisogno  non ne ha.

Guardala con gioia

e donagli il tuo amore

solo così in lei

la speranza sempre vivrà.

A te  amica mia

la mia carezza arriva,

so che sei forte

ed anche questa volta

tutti meraviglierai.

Il tuo sorriso

porto dentro me

mentre la tua battaglia

piano piano vincerai.

 

 

Melanto

poeta da quattro soldi

@ tutti i diritti riservati

 

Check Also

Fuscello

Fuscello   Un fuscello in balia del tempo, un fuscello in balia degli elementi, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.