A mio padre

Una lacrima,

un ricordo di quel giorno

lontano , che mi lasciasti

la mano; sei volato via

come una foglia d’autunno

al primo soffio di vento.

 

Rabbia dolore sconforto

mi raffioran alla mente

al ricordo di quel mesto

momento, senza un lamento

te ne sei andato e per sempre

hai lasciato chi ti ha amato.

 

Mi son sentito solo

ma non abbandonato, certo

che tu dal cielo mi avresti

guidato nel cammino del

mio destino .

 

Dedico a te queste parole

che restan nel cuore di chi

non ti conobbe e volano

a te lassù dove ti accolse

Gesù.

 

Check Also

Corpus

Era acida visione liquida fiamma sulle mani scure un diamante. Era un tragico sonno tra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.